- Cosa vuol dire mercato libero dell’energia?
- In quanto tempo è possibile passare al nuovo fornitore?
- È possibile esercitare il diritto di ripensamento?
- Funzioni dell’autority ARERA.

 

Adriatico24ore

 

Perché restare con il tuo vecchio fornitore, quando puoi scegliere offerte migliori? #DecidiTu il tuo nuovo fornitore di energia elettrica e gas naturale per la tua  casa e la tua impresa: ONOVA Gas&Luce. Non sai mai quanto paghi in bolletta? Devi fare un subentro veloce ma non sai come fare? Scegli chi può aiutarti!
Onova Gas&Luce, il fornitore del tuo territorio!

Onova è la grande realtà che nasce dalle esperienze e conoscenze acquisite in oltre 13 anni di presenza sul mercato libero dell’energia elettrica e gas naturale: opera sul territorio con offerte vantaggiose e su misura, pensate per gli imprenditori attenti ai propri consumi e per le famiglie che cercano un approvvigionamento energetico sicuro e a prezzi competitivi.

 

PUNTI DI FORZA

CONSULENZA GRATUITA

ONOVA è l’unico fornitore di energia elettrica che offre un servizio di consulenza gratuita alle aziende; un team di professionisti focalizzati sull’analisi delle esigenze specifiche del cliente si occupa della valutazione, controllo, analisi e gestione dei consumi, con lo scopo di migliorare le tariffe e i servizi dopo il check delle fatture attuali di fornitura.
Tutte le offerte di ONOVA sono studiate appositamente sul profilo di consumo energetico di ogni singolo cliente, individuando i migliori prezzi sul mercato.

 

SERVIZIO CLIENTI

ONOVA vuole promuovere un dialogo facile e diretto con i propri clienti e mette a disposizione ogni mezzo di comunicazione, dal numero diretto delle sedi, al numero verde, da Skype ai social network, dall’e-mail a whatsapp.
Quando il cliente vorrà contattare ONOVA non troverà mai una voce elettronica ma personale competente e disponibile, pronto ad ascoltare, aiutare e soddisfare ogni esigenza.

 

AREA RISERVATA

ONOVA mette a disposizione dei propri clienti uno sportello virtuale dove poter consultare l’archivio fatture, verificare lo stato dei pagamenti, visualizzare il grafico dei consumi, richiedere informazioni sulla propria fornitura o effettuare l’autolettura.

 

POST VENDITA

ONOVA ha deciso di scommettere su se stessa, sulla forza del proprio gruppo e sulla qualità del suo back office. Numero verde e linea diretta a disposizione di qualsiasi esigenza; affidabilità, chiarezza, trasparenza, puntualità e capacità di problem solving sono i punti di forza per soddisfare e fidelizzare ogni cliente.
Fatturazioni su consumi reali, procedure di pagamento chiare ed accessibili, risparmio sul costo della fornitura sono i capisaldi dell’impegno di ONOVA nel garantire quotidianamente un lavoro perfetto per non lasciare mai da soli i clienti.

Vuoi un risparmio certo? #DecidiTu!

Vuoi un Servizio Clienti interno che risponda prontamente e ti supporti con competenza e professionalità? #DecidiTu!
Vuoi chi ti segua completamente in tutte le pratiche di subentro, voltura, aumenti di potenza e tanto altro? #DecidiTu!
Onova Gas&Luce, il fornitore del tuo territorio! A San Benedetto del Tronto, in via Vittorio Alfieri 6.



www.onova.it

Link articolo

IL GIORNALE - Luca Romano

 

Una sentenza della Cassazione di fatto ha messo nel mirino chi prova fare il furbo con la residenza anagrafica.

Così come riporta Italia Oggi, una recente sentenza della Spurema Corte ha messo con le spalle al muro chi di fatto indica un luogo di residenza con prima casa e gode delle agevolazioni su Ici, Imu e Tari senza risiedere effettivamente nell'appartamento. E in questo quadro anche il consumo di energia elettrica, sempre secondo la Cassazione, può diventare una prova per revocare le agevolazioni.

Il mancato consumo di energia elettrica, secondo i giudici è un "elemento sintomatico di una presenza nell’abitazione oggetto d’imposizione non abituale". E sempre sul fronte delle agevolazioni fiscali è fondamentale stabilire anche la categoria catastale. Sempre la Cassazione ha precisato che l'esenzione non spetta se l'immobile viene inuadrato come uno studio. E su questo punto piazza Cavour non ha dubbi: "Qualora l’immobile sia iscritto in una diversa categoria catastale, è onere del contribuente, che pretenda l’esenzione, impugnare l’atto di classamento". Insomma questi due punti sono fondamentali per ottenere lo "socnto" sulle tasse dell'immobile. Ma basterà un'occhiata al contatore della luce per capire se l'inquilino ha mentito sulla sua residenza...



Link articolo